La crescita di un’azienda agricola oggi non può prescindere da una corretta attività di prevenzione degli incidenti o degli infortuni sul luogo di lavoro, in collaborazione con gli enti e con le istituzioni che tutelano la salute e la sicurezza dei lavoratori. Il decreto legislativo n. 81/08 introduce disposizioni specifiche per gli operatori agricoli e per i  datori di lavoro, sottolineando la necessità di applicare misure tecniche e organizzative a scopo preventivo e imponendo l’obbligo di utilizzare dispositivi di protezione individuali. La legislazione comporta anche obblighi per i lavoratori autonomi, tra i quali i coltivatori diretti e i soci delle società agricole, e per l’imprenditore agricolo con lavoratori stagionali o occasionali.

In generale particolare attenzione va prestata alle macchine e alle attrezzature che devono essere a norma e a misure sancite sia a livello ministeriale sia regionale, che riguardano una corretta informazione, formazione e sorveglianza sanitaria. Tra i rischi da tenere sotto maggiore controllo rientrano quello legato all’uso di mezzi agricoli, di sostanze tossiche, alla presenza di linee elettriche e alla esposizione da rumore, oltre al rischio biologico di contrarre malattie infettive.

I consulenti Agromnia sono al tuo fianco per:

  • sopralluoghi per verificare le caratteristiche e l’idoneità dei luoghi di lavoro (movimentazione dei carichi, macchine, agenti chimici e biologici, rischio incendio)
  • redazione di un documento di valutazione dei rischi e di un piano di emergenza ed evacuazione
  • consulenza e assistenza alle aziende agricole per gli adempimenti normativi
  • rilevazioni dell’impatto acustico e prelievi di eventuali agenti inquinanti nei luoghi di lavoro
  • assistenza in casi specifici o per contestazioni.

Menu scorrevole mobile